martedì 12 ottobre 2010

l'asilo sprecone

l'asilo nido per sua natura e' un luogo di spreco e di accumulo di rifuti, spesso indifferenziati.
ora,il comune per cui lavoro non e' virtuoso per quanto riguarda l'ambiente, quindi anche se io sogno progetti di nidi ecocompatibili( come per esempio a colorno, parma), mi devo scontrare con la dura realta'.
e allora? e allora provo a fare tutto da me.
ecco una serie di attenzioni che io e la mia collega mettiamo in atto nella nostra sezione, per quanto riguarda i bambini:

- usiamo i fazzoletti singolarmente per ogni bambino, ma al posto che buttarli dopo il primo soffio, li pieghiamo e li mettiamo nelle tasche dei pantaloni dei bambini per poterli riusare. il gruppetto dei bimbi piu' grandi, debitamente istruito ;), riusa i fazzoletti autonomamente e li butta dopo qualche pulita.

- durante il cambio privilegiamo l'uso di asciugamani lavabili: forse ( forse forse!) saranno un po' meno igienici di salviette e simili, ma almeno non sprechiamo troppa carta e sopratutto non andiamo ad aggredire la pelle dei bimbi( gia' provata da ore nei pannolini di plastica) con sostanze e profumi poco adatti( le salviette tolgono tutto da ogni superficie, perfino il catrame!!). W ACQUA E SAPONE!!

-per cambi piu' rapidi, dove non riusciamo a lavare i bambini sotto l'acqua, abbiamo adottato questo sistema: il comune ci fornisce dei pacchi di "tovagliolini" asciugamani di carta riciclata( tipo quelli che stanno nei dispenser). ne prendiamo uno, lo pieghiamo a meta' e ne bagnamo un lato. con un lato laviamo e con l'altro asciughiamo.se serve usiamo una goccia di latte detergente.
non saranno morbidissimi sulla pelle, ma sono sicuramente meno aggressivi delle salviette.

- usiamo sempre bicchieri di plastica NON usa e getta. su ognuno c'e' segnato il nome di un bambino, cosi' lo possiamo utilizzare durante tuttala giornata.

- ricicliamo i bavaglioli! abbiamo incollato su di un piano delle etichette con il nome dei bambini. posiamo li' il bavagliolo che usano al mattino per la frutta( che e' sempre poco sporco), di modo da poterlo usare anche a pranzo.

-ricicliamo cartoncini colorati usati da una parte o da entrambe, tagliandoli apezzetti: sono ottimi per i collage.

-usiamo (ma questo lo si fa dappertutto)coppe e copette di yogurt, gelati e quant'altro per grandi e piccoli giochi.

sono piccoli gesti, ma pensati e rispettati. e ci crediamo perche' volgiamo un futuro migliore per questi bambini! a me piange il cuore quando butto via i sacconi di pannolini...pensando a quanti rifuti sto producendo :(

detto questo, ci sono tanti piccoli accorgimenti che tutti possiamo usare , qualsiasi lavoro facciamo. ho trovato spulciando nella rete una guida all'ufficio ecologico, di cui vi metto il link. qui riposto alcune delle coese che noi facciamo abitualmente...

- usiamo fogli per stampare o fax fronte retro(e a quel punto spesso li riutilizziamo per giocarci con i bambini!)
-usiamo le buste nelle quali il comune ci manda corrispondenza varia...per rimanadare corrispondenza varia nei diversi uffici. scrivendoci sopra il nome dell'asilo, le buste sono come nuove!
- ognuna di noi ha un bicchiere di plastica che usa in sezione e riusa a tavola.
-beviamo caffe' e the' in bicchieri e tazzine che abbiamo portato da casa e non in quelle usa e getta
- spegniamo tutte le luci quando non ci servono e comunque, avendo locali con finestre enormi, privilegiamo...il sole!
-facciamo la raccolta differenziata
-usiamo il piu' posibile il car sharing o meglio... ci diamo passagi a volonta', evitando di usare ognuna una macchina!
-ricicliamo e aggiustiamo tutto il riciclabile e l'aggiustabile...sembriamo una succursale di re mida*!
-portiamo da casa contenitori per mettere gli avanzi( anche se sarebbe illegale :O)
-portiamo avanzi e pane secco (quello che non viene usato per il pan grattao) al canile

anche questi sono piccolissimi accorgimenti, tanti li applicano senza nenache pensarci... ma sono i piccoli gesti a fare davvero la differenza, oggi.

ecco qui. ogni tanto mi piace pensarci, mi piace ( ma non per vantarmi) sapere che tutte insieme contribuiamo un pochino alla salute di ambiente e bambini ( e alla nsotra!), sapere che ogni tanto ci mettiamo a tavolino e parlaimo di queste cose, sapere che non accolgiamo passivamente il negativo pensando che tanto non si puo' cambiare o che questi gesti non servono a nulla, mi piace sapere che tutte insieme ci impegniamo!
e se ci riusciamo noi, che siamo 7 donne diversissime ma nromali, normali normali (e qualcuna tipo io anche piuttosto pigra) ci possono riuscire tutti.

guide ufficio verde:

http://www.comune.vimodrone.milano.it/file/Guidauffecolog.pdf

http://www.federgolf.it/fileadmin/user_upload/golf/TAPPETI_ERBOSI_2008/Impegnati_nel_verde/2010/Ufficio_ecologico_2-2010.pdf

* anche se la vera succursale di re mida e' la sede dell'officina dei colori di francesca e davide

6 commenti:

Piccolalory ha detto...

Ammirevoli... soprattutto per gli avanzi, sono rimasta scioccata scoprendo quanti sprechi autorizzati mettono in atto i supermercati e anche tu ora mi parli di illegalità! E i canili fanno i salti mortali per sfamare gli "ospiti"!
Brave!

sara t ha detto...

a noi viene portato pane in quantita' decisamente superiore di quanto ne mangino i bambini.
le cuoche bravissime lo usano, secco ,per fare pan grattato ma ne avanza ancora!

e non potremmo portarlo da nessuna parte...

Sibia ha detto...

noi usiamo cotone bagnato nell'acqua per il cambio, e asciugamanini di spugna che mettiamo a lavare dopo ogni cambio :)
per il mio bimbo invece uso le salviette di stoffa lavabili :)
@ Sara t: il pane potreste portarlo a chi ha le galline o a qualche canile..

Francesca ha detto...

Che bello sentire di una scuola/asilo e di maestre che tornano al loro vero ruolo di insegnanti e portano avanti proposte e modelli di comportamento! Quello che fate e' molto di piu' che riutilizzare i fazzoletti. Brave.

Daniela B. ha detto...

Mi stupisco sempre di quante cose fai, hai così tante idee!si il problema degli avanzi é grave, faccio servizio mensa in 4 scuole e la qauntità di roba intatta buttata via é allarmante, ma il comune "impone" di servire comunque il piatto ai bambini anche se non lo vogliono, poi così dobbiamo per forza buttarlo via anche se non l hanno toccato..

sara t ha detto...

daniela: io lo trovo imbarazzante. ci chiedono di essere esempi per i nostri bambini, ci chiedono di insegnare loro a fare la raccolta differenziata, che "in africa" ci sono i bambini che muoiono di fame ,che non bisogna essere spreconi perche' dobbiamo slavre il mondo...e poi nella praticita' ci fanno essere degli imbecilli.

io lo sostengo da sempre, se il mondo vivesse di parole saremo salvi. ma sono i fatti che contano e i fatti, da troppo tempo, ci trovano impreparati.

sara